Regole Generali

CONSIDERAZIONI PRELIMINARI

Viaggiare in gruppo è una scelta volontaria che deve sottostare a delle regole per il bene di tutti.

Per viaggiare in sicurezza in gruppo ogni motociclista deve abbandonare alcune libertà nel modo personale di guidare (ad es. andature spericolate o al contrario troppo lente, continue soste, ecc.). Dovrà quindi assumersi qualche responsabilità per sé e per gli altri, adeguandosi alle andature ed alle consuetudini del gruppo. Comportarsi altrimenti significa procurare rischi e pericoli a se stessi ed ai compagni di viaggio! Scorrazzare con pochi amici è ben diverso che uscire in gruppo.

La parola chiave è Rispetto.

LO STAFF

Rispetto maggiore per gli organizzatori, lo staff, i collaboratori e per tutti quelli che hanno fatto gratuitamente qualcosa per il gruppo, perché hanno dedicato tempo, energie e denaro organizzando al posto nostro (in tanti casi è sufficiente un “grazie” sentito perché vale più dell’oro).

Ecco alcune delle definizioni più importanti che molti ricordano perfettamente, ma che altri non conoscono e che, magari, non hanno il coraggio di chiedere.
E’ naturale che ogni partecipante dovrà agevolare l’attività di costoro che svolgono un servizio per il gruppo.

LA TESTA

La Testa è la guida dell’uscita. Pianifica il percorso in ogni dettaglio, effettua le prove con le Staffette, determina i tempi di percorrenza, verifica le condizioni di viabilità, controlla il passo, pianifica le soste ed i rifornimenti di carburante.

LE STAFFETTE 

sono coloro che aiutano la Testa a svolgere in perfetta sincronia le attività per un viaggio in completa sicurezza. Hanno sempre la precedenza ed a loro va sempre ceduto il passo. Durante l’uscita sorvegliano la fila di moto assicurandone il flusso regolare, la velocità omogenea, il corretto posizionamento dei partecipanti. Le Staffette viaggiano “a vista” con quella che precede, avendo cura di tenere compatto il gruppo, il più possibile. Provvedono ad agevolare il passaggio del gruppo in maniera sicura, veloce ed efficiente nell’attraversamento di incroci e rotatorie bloccando temporaneamente il flusso dei veicoli. Indosseranno la pettorina dello Staff e sono le uniche autorizzate a effettuare sorpassi e ad attivare i lampeggiatori. Saranno sempre vicino alla Testa pronti ad interviene di propria iniziativa o su segnalazione della Testa, attenderà il passaggio del gruppo sino all’arrivo della staffetta successiva, che prenderà il suo posto, oppure della Scopa.  Repentinamente si riposizionerà a ridosso della Testa o della posizione sulla fila assegnata in precedenza.

LA SCOPA

è la moto o due che rimangono in coda e chiudono il gruppo. Si assicura che nessuno si fermi durante il viaggio e mantiene la continuità al gruppo. Se gli ultimi hanno una andatura troppo lenta, li incita per riunirsi al gruppo. Se ciò non viene comunque fatto, la Scopa supera gli ultimi, che raggiungeranno il gruppo al primo punto di ritrovo. I bikers superati dalla scopa verranno considerati “assenti”.

REGOLE DI COMPORTAMENTO

Per il buon esito dell’uscita ti chiediamo di seguire queste piccole e semplici regole di comportamento:

LA PARTENZA

  • Presentati alla partenza con puntualità (a nessuno piace aspettare) con moto in ordine, stomaco e serbatoio pieni, vescica vuota. In caso di ritardo o assenza segnalarlo tempestivamente ai referenti.

IN MARCIA

  • Segui solo le indicazioni della Testa, delle Staffette e della Scopa. Se il tuo gruppo si è aggregato ad altri, segui solo lo Staff del tuo gruppo.
  • Prendi posizione nella colonna e non sorpassare. Il sorpasso è concesso solamente ed esclusivamente se chi ti precede, rallentando, si allontana troppo dal resto del gruppo.
  • Non sorpassare mai la Testa e non farti sorpassare dalla Scopa. Se lo fai, verrai considerato “assente” e nessuno potrà rincorrerti o aspettarti.
  • Agevola sempre il sorpasso della Testa e delle Staffette.
  • Mantieni una distanza adeguata da chi ti precede, non metterti nella sua traiettoria, ma stai alla sua destra o sinistra cercando sempre una posizione ben visibile.
  • Controlla negli specchi chi ti segue, se rallenta fallo anche tu, lo stesso farà chi ti precede e la colonna rimarrà unita. Se rallenta, segnalalo ad una staffetta che si adopererà di conseguenza.
  • Mantieni sempre l’andatura di marcia del gruppo. Anche se ti prudono le mani, la strada non è una pista.
  • Se un paesaggio ti fa venire il desiderio di frenare improvvisamente per una foto, non farlo. Complicheresti non poco il lavoro delle staffette e della scopa nel tenere unito il gruppo.
  • Non metterti a chiacchierare con altri mentre si guida, rallenteresti il gruppo.
  • Fermati e scendi dalla moto solo quando ti viene indicato dalla Testa, dalle Staffette e dalla Scopa.
  • Gli organizzatori hanno già previsto delle soste per il rifornimento di benzina (ogni 150 km circa) con breve sosta ristoro. Fai bene conto sulle tue autonomie di carburante (se serve rabboccalo), caffè o vescica, affinché non debba trovarti a dover chiedere di fermare il gruppo per le tue singole necessità. In caso di estrema necessità o sosta forzata, chiedi aiuto alla Testa, alle Staffette e alla Scopa senza fermarti improvvisamente ed autonomamente. Come detto, se la Scopa ti supera sarai considerato “assente”.
  • Nel caso decidessi di lasciare il gruppo segnalalo alla Scopa ricevendo un segno di ok.